DEZSO KOSZTOLANYI, NADAV KANDER E I QUADRI DEI MIEI

Fin da quando ne ho memoria, ho sempre provato una forte attrazione per i quadri che avevano, e che tuttora hanno in casa, i miei genitori. Sono belli, in effetti. Erano soggetti di autori più o meno noti nell’ambiente dell’arte naif o astratta. Quello che però attirava maggiormente la mia attenzione erano gli enormi faldoni, eleganti e ben curati, nei quali erano racchiusi i quadri. Generalmente, una scritta dorata campeggiava sulla copertina in tessuto, riportando il nome del pittore.

Se come me vi è capitato di aprirne uno e sfogliarlo con attenzione, avrete notato che il più delle volte questi faldoni contengono, tra un dipinto e l’altro, delle poesie o dei testi ispirati al quadro (o viceversa, ispirativi dell’opera figurativa). Ho trovato quest’accostamento tra poesia e pittura sempre molto efficace, nonché davvero potente dal punto di vista espressivo. Essendo io digiuno da un po’ di tempo di mostre e non frequentando l’ambiente, non ho contezza di quest’esperimento che vi propongo. Non so, tra l’altro, se la pratica di creare queste serie pittoriche e di affiancarle a opere letterarie sia ancora in voga. Pertanto, dichiaro già la mia colpevolezza e ignoranza.

Dezso Kosztolanyi è stato un poeta ungherese. Mi sono imbattuto in quest’autore di recente, sfogliando nella libreria dei miei genitori e prendendo in prestito il suo libro di raccolte di poesie (che avevo adocchiato già tantissime volte, ma che ho sempre ritenuto di scarso valore). Ebbene, la prima poesia contenuta nella raccolta mi ha folgorato. Kosztolanyi è autore che nel corso della sua vita ha virato su poetiche diverse, ma che ha iniziato la carriera come autore quasi crepuscolare, tant’è che è stato anche accostato alla poesia del nostro caro Guido Gozzano. La poesia in questione è “Crepuscolo invernale”, tratta dalla raccolta “Tra quattro pareti” del 1907.

Nadav Kander è un fotografo di origini israeliane. Non ho mai avuto l’onore di vedere una sua esposizione, ma mi ci sono imbattuto navigando su internet. Qui la seconda folgorazione: la serie di sei fotografie, visionabile sul suo sito internet, “Arctic Circle”. Non appena ho visto la sua fotografia dal titolo “Arctic Circle VIII”, la poesia di Kosztolanyi si è palesata nella mia testa.

A questo punto non mi resta che svelarvi la mia proposta. Accostare alla serie di fotografie di Kander la poesia di Kosztolanyi per coniugare la visione fotografica con la visione poetica. Due personalità molto diverse, due arti altrettanto diverse, ma una sola emozione. Per facilitare la fruizione, immaginate di essere in un’ipotetica casa immersa nel paesaggio di Kander. Davanti a voi la fotografia, incorniciata da una finestra in legno. Dentro di voi, le parole di Kosztolanyi.

Crepuscolo invernale

I vetri smorti hanno riflessi d’oro…

Lotta il raggio con l’ombra cinerina.

Vecchi camini fumano dai tetti,

la distesa nevosa è seta lucida.

Presso la stufa, la famiglia chiacchiera;

il tramonto è calato silenzioso.

Gli alberi sono in vesti di merletto,

come bimbe alla prima comunione.

Chi rincasa cammina timoroso

per non turbar la quiete virginale

e alza un rumore tenue, insonnolito.

Dal cielo color stagno, nella notte,

al molle suono d’una danza lieve

fioccan le rose bianche della neve.

Immagine tratta dal sito web https://www.nadavkander.com/works-in-series/artic-circle/single#6.

Con questo mio esperimento, che spero non scontenti Kosztolanyi e la sua memoria, ma soprattutto Kander a cui ho “rubato” la fotografia, vorrei spronarvi ad approfondire la conoscenza di Kosztolanyi perché è autore di letteratura (che è il tema principale di questo blog), ma anche di Kander, perché l’arte figurativa, e la fotografia in particolare, possiede la medesima espressività d’impatto della poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: