LE CRONACHE DI NARNIA – IL NIPOTE DEL MAGO di C. S. LEWIS

Il primo dei sette romanzi che compongono il ciclo delle “Cronache di Narnia” di C.S. Lewis è intitolato “Il nipote del mago”. Rivestendo il ruolo di romanzo-apripista, narra le vicende relative alla creazione del mondo immaginario di Narnia.

Sebbene sia evidente che C.S. Lewis abbia scritto quest’opera pensando ai più piccoli e quindi giocoforza in un linguaggio di facile comprensione, quello che non mi convince del tutto di questo romanzo fantasy è la trama stessa e per essere più precisi, il modo in cui accadono le vicende e il modo in cui sono descritte. Sembra quasi, e questa è una mia supposizione, che “Il nipote del mago” sia stato scritto controvoglia. La superficialità narrativa che traspare rende poca giustizia all’autore che così bene si è invece distinto nei romanzi seguenti e che gli hanno fatto guadagnare la fama oggi universalmente riconosciutagli. Al di là di questo aspetto puramente stilistico e formale, il romanzo è sicuramente originale nell’idea e delinea il mondo di Narnia ai suoi esordi. I personaggi che si avvicendano sono ben caratterizzati attraverso dialoghi ed azioni e incuriosiscono il lettore, invogliandolo nel prosieguo della lettura per scoprire cos’altro di fantastico capiterà nel mondo di Narnia.

Forse quella fretta e approssimazione di cui accennavo all’inizio, se letta nell’ottica del bicchiere mezzo pieno, può essere interpretata come la volontà di Lewis di darci solo un piccolo assaggio di quello che ha da offrirci davvero; o forse è una mia giustificazione a una storia scritta cinque anni dopo la prima e più famosa (Il leone, la strega e l’armadio) opera componente il ciclo di Narnia e di cui voleva essere un prequel, poco riuscito.

Più che un’avventura vera e propria, quest’opera rappresenta, a mio avviso, il tentativo di creare una mitologia ex post in un mondo narrativo che nelle mani dell’autore si è plasmato via via, quasi non intenzionalmente. Ecco il perché quindi della comparsa di riferimenti alle opere successive (Il leone, la strega e l’armadio su tutte, con la spiegazione della nascita del lampione nel bosco).

Per concludere in questo romanzo mi è sembrato di cogliere quella tematica cristiana, che così tanti potenziali lettori ha fatto desistere dall’iniziare Le Cronache, come molto presente e a tratti un po’ manieristica nei confronti della Bibbia. Consiglio questo libro? Sì, nonostante le numerose riserve, come entrée al fantastico banchetto che sono Le Cronache di Narnia.

2 pensieri riguardo “LE CRONACHE DI NARNIA – IL NIPOTE DEL MAGO di C. S. LEWIS

  1. La serie un po’ mi attira, ma ora ho troppi libri da smaltire. Grazie però per avermela ricordata! Tu consiglieresti la lettura in ordine di pubblicazione o cronologica degli eventi narrati?

    "Mi piace"

    1. Ciao! Dunque, io personalmente ho letto i romanzi in ordine cronologica degli eventi e pertanto ti consiglierei questo metodo. Onestamente, l’ordine di pubblicazione non riserva tante sorprese (come Star Wars, per intenderci 😅) e anzi potrebbe confondere per quanto riguarda la successione dei personaggi.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: